Programmi personalizzati

Fisioterapia


Lor Il Kinetic Sport Center offre un’ampia varietà di programmi e servizi per recuperare una normale funzionalità muscolo-articolare, siano essi di tipo manuale o strumentale.

Valutazione funzionale


V02 Max, Test del massimo consumo di ossigeno - Test di potenza aerobica con relative soglie anaerobiche - Testi di forza con l’ausilio di sofisticate attrezzature per valutare i vari tipi di forza - Test di potenza critica media e massimale mediante RSM e Powert Tape - Valutazione Biomeccanica.

Bio Postural Test


Una corretta e completa diagnosi è importante perché ci permette di valutare e curare preventivamente eventuali alterazioni biomeccaniche del nostro corpo attraverso uno specifico protocollo di indagine clinica e strumentale, acquisendo tutti i dati morfofunzionali necessari.

Test Baropodometrico


Il test baropodometrico viene svolto in due fasi: Analisi Statica, in cui il paziente rimane fermo su una piattaforma di rilevazione, ed un’Analisi Dinamica, in cui il paziente camminerà su una pedana per effettuare l’esame dinamico.

Kinetic Sport Center

(Dott. Alberto Zovini)


Oltre che sul campo, i nostri portieri verranno valutati nel corso del tempo con esami specifici, in base alla loro eta', in modo da avere schede personalizzate per ognuno di loro.

Nutrizionista

(Dott.ssa Domenica Di Carlo)


Per lo sportivo, l’alimentazione riveste un ruolo determinante. L’attività sportiva agonistica, sia a livello amatoriale che professionistico, induce l’organismo a far fronte a richieste energetiche aumentate. Un intervento dietetico  specificamente progettato  sulla base dei fabbisogni energetici   è certamente uno dei principali fattori che concorrono a determinare una buona forma fisica e concorrono a determinare  un rendimento atletico ottimale. Nell’ambito di una dieta, non intesa come restrizione, ma come organizzazione qualitativa e quantitativa dell’apporto alimentare è essenziale calcolare  l’apporto calorico adeguato alle esigenze del singolo sportivo, facendo sì che i macronutrienti che compongono la dieta (proteine, lipidi e carboidrati) siano tra loro correttamente bilanciati e modulati rispetto alla fase sportiva che si sta attraversando in quel momento: preparazione atletica, gara o recupero. Nei giovani calciatori il fabbisogno calorico giornaliero è assai elevato, dovendo sopperire al dispendio derivante sia dall'attività motoria sia dalle normali esigenze dello sviluppo psicofisico dell'individuo. Un soggetto in accrescimento che si dedica al calcio ha bisogno che il suo sviluppo scheletrico, il suo trofismo muscolare e la sua quota di grasso corporeo siano in condizioni ottimali. Questo si può ottenere da una corretta alimentazione. L'obiettivo da conseguire è quindi trovare il modo di programmare un'alimentazione corretta. Bisogna seguire una metodologia alimentare che crei le condizioni ottimali per un corretto sviluppo generale, senza però trascurare la domanda che viene determinata dalla prestazione sportiva. L'errore comune è quello di proporre un'alimentazione inadeguata, esponendo il giovane atleta a due fattori di rischio: disordini nello sviluppo psicofisico e limitazioni della prestazione fisico/sportiva. Un secondo errore molto comune è quello di una sovra/alimentazione, con conseguente incremento di peso nel ragazzo. Quindi definire in maniera esatta il fabbisogno alimentare di un soggetto in accrescimento che svolge attività sportiva è una problematica abbastanza complessa, sia perché i giovani presentano rapide variazioni nei lori ritmi di crescita staturo/ponderale, sia perché ogni individuo presenta a pari età anagrafica differente età biologica. Il Nutrizionista all’interno dello staff andrà a monitorare lo stato di salute dei giovani portieri attraverso costanti valutazioni nutrizionali, esaminando quindi il peso, le circonferenze e la composizione corporea al fine di valutarne la massa magra, la massa grassa, il metabolismo basale e lo stato di idratazione attraverso analisi impedenziometriche e con plicometria. Ogni singolo portiere verrà gestito attraverso un piano dietetico personalizzato, finalizzato all’ottenimento del suo peso forma, in relazione all’altezza, al miglioramento delle sue masse muscolari, all’eventuale perdita dell’eccesso di grasso e a preservarlo da uno stato di pericolosa disidratazione. I bambini hanno una termoregolazione meno efficace degli adulti, pertanto bisogna porre molta attenzione all’idratazione e reintegrazione idro-salina. Si deve partire quindi dalla valutazione nutrizionale per elaborare un piano dietetico personalizzato a coprire il fabbisogno energetico e che consenta al giovane portiere di avere tutti i macro e micronutrienti di cui ha bisogno per essere sempre in perfetta forma. Il nutrizionista consiglierà inoltre cosa e quanto mangiare (composizione e tempistica di assunzione dei pasti) prima di una partita o di un allenamento per evitare problemi gastrici e cali di energie durante tutta la prestazione sportiva.

Preparatore Atletico-Coordinativo

(Prof. Cristian Perna)


Parlare di lavoro atletico puo’ sembrare un po’ fuori luogo visto la giovane eta’ dei ragazzi, ecco perche’ preferiamo parlare soprattutto di coordinamento. Il portiere svolgera’ quindi nei primi anni un lavoro rivolto piu’ alla coordinazione dei movimenti, difficolta’ riscontata nell’utimo decennio per via delle introduzioni tecnologiche quotidiane che hanno portato sempre meno  ragazzi a giocare “in strada”. Da un test personale svolto nelle scuole, eta’ 6 – 10 anni, abbiamo riscontrato come in un solo cambio di generazione le ore giornaliere trascorse a giocare fuori (corsa, salti, sport vari..), siano drasticamente diminuite, passando dalle 2 orario invernale e 6 orario estivo, alle media di 30 min orario invernale e 3 orario estivo , tutto questo e’ il risultato di una scarsa coordinazione. Non potendo cambiare la quotidianita’, abbiam pensato di introdurre al nostro interno una figura che potesse risolvere quanto prima il problema. Conclusa questa prima parte si iniziera’ a lavorare su accenni atletici, che saranno poi piu’ intensi negli ultimi anni del progetto.

Mental Coach

(Dott. Paolo Di Pietra)


Una figura non ancora presente in tutte le societa’ sportive ma che riteniamo di fondamentale importanza soprattutto per il ruolo del portiere, dove le componenti sono varie: tecnica, tattica…  ma quella che non puo’ mai scendere sotto una certa soglia, e’ sicuramente la componente psicologica. In molti casi grandi portieri hanno colmato i loro difetti primeggiando caratterialmente e dove sapevano di non poter arrivare fisicamente ecco che il gap veniva recuperato mentalmente, ma non abbiamo mai visto grandi portiere con caratteristiche opposte. In tanti si perdono per strada anche avendo doti eccelse, questo perche’ non seguiti e stimolati nel modo giusto. Noi pensiamo che una figura come quella del mental coach possa aiutare molto il giovane portiere nella sua completa formazione e per questo il nostro programma prevede: Percorso di alfabetizzazione socio – emotiva, Comunicazione efficace e tipi di comunicazione, Scopriamo le nostre potenzialita’, Formazione esperenziale.

GET IN TOUCH


Address: Via Cesare Balbo, 3 - SORA (FR)

Phone: (+39) 3392521525 - 3477686926

Email: goalkeeperschoolgp@gmail.com

OPENING HOURS


Monday - Friday: 9am - 1pm

Saturday: 8am - 11am

Sunday: close

FOLLOW US

© Copyright. All Rights Reserved.